Sono in Argentina in una delle tante strade del sesso. Queste povere ragazze cercano di sembrare provocatoriamente felici. E’ una legge del mercato.

Sono in Argentina in una delle tante strade del sesso. Queste povere ragazze cercano di sembrare provocatoriamente felici. E’ una legge del mercato.

Dentro la città di Buenos Aires ci sono insediamenti come il quartiere 31 o 31 bis, che non hanno elettricità, non hanno acqua corrente. Devono trasportarsi l’acqua. Non hanno strade, sono insediamenti che non hanno urbanizzazione organizzata ed i ragazzi molte volte devono camminare anche 45 minuti per potere arrivare alla scuola più vicina.

Dentro la città di Buenos Aires ci sono insediamenti come il quartiere 31 o 31 bis, che non hanno elettricità, non hanno acqua corrente. Devono trasportarsi l’acqua. Non hanno strade, sono insediamenti che non hanno urbanizzazione organizzata ed i ragazzi molte volte devono camminare anche 45 minuti per potere arrivare alla scuola più vicina.

Può sembrare banale dirlo, però ovviamente in Argentina grazie a questa politica aperta, non c’è un problema di immigrazione indocumentata, che non vuol dire farli entrare senza tenere in conto problematiche di sicurezza, no, vuol dire mettere in piedi meccanismi ragionevoli di controllo che però non diventino una barriera praticamente insormontabile, perché quando le barriere diventano insormontabili e la gente ritiene, che la migrazione è la sua unica possibilità di sopravvivenza per sé o per la famiglia, barriere o non barriere si muove comunque.

Può sembrare banale dirlo, però ovviamente in Argentina grazie a questa politica aperta, non c’è un problema di immigrazione indocumentata, che non vuol dire farli entrare senza tenere in conto problematiche di sicurezza, no, vuol dire mettere in piedi meccanismi ragionevoli di controllo che però non diventino una barriera praticamente insormontabile, perché quando le barriere diventano insormontabili e la gente ritiene, che la migrazione è la sua unica possibilità di sopravvivenza per sé o per la famiglia, barriere o non barriere si muove comunque.

Il problema dello sfruttamento della tratta dei bambini è difficile da sradicare. E’ necessario rendere coscienti bambini e famiglie, del loro valore e di resistere ai meccanismi di seduzione. Lo sfruttamento dei minori lo spezziamo se risolviamo le violenze familiari e sociali.

Il problema dello sfruttamento della tratta dei bambini è difficile da sradicare. E’ necessario rendere coscienti bambini e famiglie, del loro valore e di resistere ai meccanismi di seduzione. Lo sfruttamento dei minori lo spezziamo se risolviamo le violenze familiari e sociali.

anche in Argentina abbiamo scoperto, e soprattutto io come missionario ho scoperto che anche la dignità umana, troppo spesso, e soprattutto nelle persone dei migranti è ridotta a livelli che sono irriconoscibili

Il problema dell’immigrazione, oltre ogni giudizio di opportunità politico-economica è una questione di rispetto della dignità della persona, dell’altro che vive tra noi. Come qui testimonia in Argentina prima un giovane missionario scalabriniano e poi proprio il parroco di una comunità di Buenos Aires. Fabrizio Pesce – Vicario Parrocchiale :” Ecco anche in Argentina abbiamo scoperto, e […]