C’è poi la piaga del mercato nero dei soldi, e lì si cade nella mafia cinese; chiedono grandi interessi. La soluzione? Regolarizzare.

Nella cultura cinese non ci piace integrarci, restiamo da soli. I cinesi, per mantenere intatta la propria cultura, guardano gli europei dall’alto; il risultato è che non c’è integrazione. A Chinatown, si sente parlare di organizzazioni segrete; in Italia si chiamano mafie. Molti di questi immigrati clandestini entrano a far parte di queste società, perché poveri e senza lavoro. C’è poi la leggenda che i cinesi non muoiono mai; certo che muoiono! I clandestini ricorrono alla cremazione, e riportano le ceneri a casa. C’è poi la piaga del mercato nero dei soldi, e lì si cade nella mafia cinese; chiedono grandi interessi. La soluzione? Regolarizzare.
Il governo avrebbe le tasse e nuova forza lavoro, e loro avrebbero una vita migliore, e meno criminalità

Nel passato, la Cina economicamente non andava tanto bene. Così venni all’estero. Per anni non sono stato bene. Ma ora la famiglia e qui e lavoriamo tutti, paghiamo affitto, acqua. Guadagniamo giusto per mangiare, niente risparmi. Tutto qui. Vorrei tornare in Cina: è sviluppata!

Nel passato, la Cina economicamente non andava tanto bene. Così venni all’estero. Per anni non sono stato bene. Ma ora la famiglia e qui e lavoriamo tutti, paghiamo affitto, acqua. Guadagniamo giusto per mangiare, niente risparmi. Tutto qui. Vorrei tornare in Cina: è sviluppata!

…in quella carta c’è anche scritto il diritto per ogni persona della libertà di culto e di poter esprimere la propria fede pubblicamente, senza per questo rischiare di essere impiccato, più che decapitato…

Vorrei ricordare all’uomo del Magreb, che merita tutto il nostro rispetto ed affetto, come lui ricorda agli Europei di essere rispettosi della carta dei diritti dell’uomo, vorrei ricordare che in quella carta c’è anche scritto il diritto per ogni persona della libertà di culto e di poter esprimere la propria fede pubblicamente, senza per questo rischiare di essere impiccato, più che decapitato. Il diritto di potere erigere senza nessuna restrizione luoghi per la propria fede. Che è diritto di ogni persona di credere o non credere, che è diritto di ogni persona ad aderire secondo le sue convinzioni personali ad una fede oggi e domani a nessuna o ad un altra. Perché credere o non credere ad una fede non è la partecipazione ad un’asta di buoi, ma il diritto alla libertà di fede in tutte le sue espressioni di rispetto e di reciprocità.

La pace ha bisogno veramente di accettarsi, ma dobbiamo accetarsi e non ci accettiamo se veramente non lavoriamo insieme.

La pace ha bisogno veramente di accettarsi, ma dobbiamo accetarsi e non ci accettiamo se veramente non lavoriamo insieme.

Invitiamo i fratelli immigrati al rispetto delle leggi e della religione del paese di residenza e ad essere esempio di buona condotta

Invitiamo i fratelli immigrati al rispetto delle leggi e della religione del paese di residenza e ad essere esempio di buona condotta

Bianco o nero per noi non ci sono differenze. In queste condizioni puoi lavorare un mese, ma poi non si riceve la paga. Non hai documenti e non hai scelta. La mattina, quando si aspetta l’autobus, spesso l’autista se vede una persona di colore non si ferma, capito? Non si ferma.

Ci danno salari bassi, lavoriamo più ore e ci danno una paga minima. 10ore e riceviamo 25/30 euro al giorno, Governo italiano, vi preghiamo. Dateci i documenti, se c’è da pagare le tasse le pagheremo, in modo da poter vivere da regolari in Italia.

Sono partito per l’Italia con 10mila lire. Sono passato le frontiere sotto il treno…

Virgil Ghervan – imprenditore rumeno (impresa pulizie, Napoli) :” Lavoravo in un cantiere navale…ho perso il lavoro… sono partito per l’Italia con 10mila lire. Sono passato le frontiere sotto il treno, proprio sotto le aheh..“axo” del treno mi sono agganciato con le mani per poter passare le frontiere: l’Ungheria l’Austria, e poi….quella dell’Italia. Sono venuto a Napoli… non c’vevo niente, ho trovato uno scatolo di un frigo, quella notte ho dormito in quel scatolo. La mattina dopo mi sono ricordato che dove senti la campana, c’è un Chiesa dove si mangia… ho mangiato cosi bene… M’hanno vestito, perché ero tutto sporco. Poi man mano noi…, una volta m.. messi in regola, abbiamo aperto un’impresa di pulizie. Io oggi posso dire che va molto bene. ”

Su quella barca, erano in 200. Lui ha pagato 2mila euro il che significa che “l’organizzazione” solo con un viaggio ha guadagnato 2 mila euro per duecento persone: ossia 400mila euro

Su quella barca, erano in 200. Lui ha pagato 2mila euro il che significa che “l’organizzazione” solo con un viaggio ha guadagnato 2 mila euro per duecento persone: ossia 400mila euro

Clandestino venni in Italia su una barca. Duemila euro! Eravamo in duecento persone. Soli cinque metri.

Sono marocchino e musicista.. Volevo un lavoro che mi desse sicurezza. Clandestino venni in Italia su una barca. Duemila euro! Eravamo in duecento persone. Soli cinque metri. Il viaggio fu lungo! 5Giorni! Era la prima volta! Avevo paura! Fummo vicini alla morte. Il motore si fermò, poi ripartì. Uno di noi cadde in acqua. Un continuo di attacchi di isteria

Si ignora che noi lavorano sodo facendosi strada da soli; ma secondo la legge come è scritta dovrò andarmene. Anche se questa è la mia nazione, è qui che sono cresciuta. Invece ti fanno sentire criminale.

Si ignora che noi lavorano sodo facendosi strada da soli; ma secondo la legge come è scritta dovrò andarmene. Anche se questa è la mia nazione, è qui che sono cresciuta. Invece ti fanno sentire criminale.
USA