Un giorno con la mia ombra.

Palermo. Qui ho conosciuto Mohammad grazie ai miei amici della Comunità di Sant’Egidio che quotidianamente dopo essersi incontrati in Chiesa, in un momento di preghiera, stanno fisicamente vicini anche la notte ai più poveri con cibo e quanto li aiuta.
Mohammad è iraniano. Ha scelto di vivere in strada. Uomo colto. Parla mille lingue. La sua casa? Le panchine che costeggiano il porto. Mohammad ha scelto di possedere nulla. Aiuta tutti senza domandare se hanno più o meno di lui. Del suo niente lo hanno derubato più volte, ma lui continua nel suo cammino di generosità. Questo è un buon motivo per iniziare la nostra inchiesta da qui con le parole, i racconti di Mohammad, iraniano che vive alle porte di Palermo. Uomo senza Valigia, che tiene stretta la sua ombra come racconta in una sua poesia.

 Mohammad Alì Roostaei - Iraniano - Un giorno con la mia ombra: un giorno mentre camminavo per strada… ero con la mia ombra. Vidi tanta gente senza ombra, perché era  trasparente. Ho scelto questo tipo di vita, ho abbandonato tutto, tutto quanto per un semplice motivo: perché io lo so che c’è qualcuno che mi aiuta dal cielo, che io aiuto agli altri e non devo aspettare niente e questa e la mia vita con la semplicità con la..non dico povertà perché… io non ho bisogno di niente, non … tengo niente però sono riuscito a conquistare… almeno la mia anima  e sono contento anche con me stesso finché Dio vuole. Due mesi fa mi hanno picchiato dove dormo io alle sette di pomeriggio, mi hanno picchiato, quattro ragazzi, e mi hanno derubato totalmente tutto, un bordello di alcol, che ne so metadolo o droga o varie cose… e non si rendono conto di quello che possono fare e vengono pure a chiedere soldi da me…almeno ogni anno 10, 15, 20 ragazzi … se ne vanno, e l’ultima volta è morto un ragazzo polacco 4 giorni fa che si trovava nella fogna…però anche loro soffrono,  si attaccano a qualsiasi cosa per non riuscire a capire chi sono. Se siamo esseri umani dobbiamo essere uniti nell’arco della vita perché si vive solo una volta e tutti ce l’abbiamo un anima quando tu sei contento con la tua anima sarai contento per il resto della tua vita.

Share and Enjoy:
  • Alice OkNo
  • Sphinn
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • BarraPunto
  • BlinkList
  • BlogMemes
  • De.lirio.us
  • Blogosphere News
  • co.mments
  • DotNetKicks
  • DZone
  • E-mail this story to a friend!
  • Gwar
  • Live
  • MySpace
  • Ping.fm
  • Print this article!
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Socialogs
  • Spurl
  • Technorati
  • TwitThis
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Buzz
  • YahooMyWeb
  • eKudos
  • Fark
  • laaik.it
  • MisterWong.DE
  • Netvibes
  • PlugIM
  • Design Float
  • Identi.ca
  • LinkaGoGo
  • Linkter
  • Meneame
  • N4G
  • Netvouz
  • NewsVine
  • Propeller
  • Reddit
  • Scoopeo
  • scuttle
  • Smarking
  • SphereIt
  • Symbaloo
  • Taggly
  • TailRank
  • ThisNext
  • Tipd
  • Upnews
  • Webride
  • Fleck
  • Furl
  • LinkArena
  • MyShare
  • Simpy
  • Shadows
  • StumbleUpon
  • Webnews.de
  • LinkedIn
This entry was written by Luca De Mata , posted on sabato aprile 25 2009at 10:04 pm , filed under 1^ puntata, Povertà, Violenza, Volontariato and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

12 Responses to “Un giorno con la mia ombra.”

  1. Mohammad ha scelto di diventare un’ombra, ed è felice della sua scelta perché solo così ha ritrovato se stesso, la sua anima. Quanti di noi sarebbero disposti ad abbandonare ogni comodità, a lasciarsi alle spalle la vita quotidiana per ritrovare il proprio “io”? A volte le scelte più coraggiose si celano dietro il viso di chi non degnamo nemmeno di uno sguardo…

  2. Ha scelto ho è la vita che lo ha portato a scegliere. Attendo il video per capire e giudicare, certamente ha un modo di esprimersi Mohammad molto poetico. Hovisto altri programmi di luca de mata e ho anche registrato allcune parti con l’aiuto di mio marito per farli commentare in classe dove insegno. I bambini sono più saggi di noi. Io personalmente non sono una così detta buonista, quanto più una persona tollerante, anche se devo dire che le nostre città d’arte sono esgeratamente colme di venditori abusivi!

  3. La sua vita è tutta una scelta di coraggio ed altruismo. Se passate per Palermo, lì al porto non è difficile trovarlo. Mohammad è una Persona straordinaria e le sue storie sono tutte uno sforzarsi nell’ essere vicino al Suo prossimo con amicizia. La sua povertà è totale. La Sua ricchezza morale è grandiosa. Mi ha promesso che scriverà un libro e so che ha iniziato. Questa sua poesia che ho raccolto dalla Sua voce è una straordinaria lezione. Anche quando lo derubano del nulla che ha, lui giustifica chi ha ha commesso il gesto. Io sarei capace?

  4. Questo Mohammad è da lodare se fossero tutti così i mussulmani sarebbero largamente i benvenuti.

  5. Forse non è religioso!

  6. Quest’uomo credente o non credente è un poeta e quando ho visto il suo volto in televisione, dolce e prondo mi sono sentità colpita per la profondità ndelle parole

  7. Si è un vero poeta. Umile e grande. Ho imparato nolto ascoltandolo. Certo però che questi programmi di particolare valore la Rai si ostini a mandali così tardi. Il film precedente alla valigia èera indencente per la sua bruttezza. E poi acquistato con i soldi del nostro canone…ma come si fa?

  8. Si il film era invedibile. La valigia con lo spago invece è un’inchiesta veramente fuori da ogni schema. Un troppe scritte,ma bellissima.

  9. Anche io sono tra le persone che vogliono vedere le altre puntate, ma la Rai non ha detto ancora nulla, perchè ho letto sempre qui che il 6 sarà sopseso, ma tutta la serie o solo questa puntata. Se qulacuno mi risponde. grazie

  10. Io l’altro lunedi’ ho seguito Rai Uno dalle 10.30 in poi perche non volevo perdermi l’inizio della Valigia con lo Spago. Il telefilm americano che hanno trasmesso prima era decisamente inguardabile e mal doppiato. Diciamo ridicolo. La Rai non dovrebbe affossare gli ascolti di un programma umanitario come la Valigia, che MERITA ascolti, facendolo precedere da uno squaliido telefim che fa scappare tutti dalla rete e li consegna alla concorrenza.

  11. Per Marco Koss. Hai colto nel segno! La valigia co lo spago è una trasmissione di approfondimento davvero utile ed interessante. Ogni volta ci sono spunti per nuove riflessioni…e’ davveo un peccato che la Rai si concentri sulla messa in onda di altre trasmissioni “frivole”. Tutto cioò è molto triste…e nonostante ciò, si assiste indifferenti alla costruzione della società dell’immagine, dei reality, una società priva di quei valori che dovrebbero essere le fondamenta della nostra civiltà.

  12. Hai ragione identità, putroppo oggi ciò che fa audience è veramente avvilente…ma non c’è un modo per anticipare la messa in onda? Una petizione? tra l’altro la programmazione estiva è ancora più triste di quella invernale, non capisco perché relegare un programma così interessante e denso di contenuti ad orari simili…

Leave a Reply