Nessuna di noi nasce ladra o prostituta, sono loro a piegarci con la violenza.

Ragazza Rom–(Sotto Copertura): “Io sono sotto protezione qui perchè sono fuggita dal mio campo di nomadi slavi. La mia famiglia è molto ricca. Non accettavo la loro vita, non accettavo che io come figlia fossi forzata ad andare a rubare e non a scuola come le altre bambine. Questo mi veniva negato, dicendo che la scuola non era per noi, dovevamo solo rubare. Non è giusto che tuo padre possa venderti per un matrimonio combinato. Una figlia può valere 100 mila euro. Ma se non sei vergine vieni ammazzata di botte, e sarai ancora più schiava per tutta la vita.
 Cambiate vita.
 Si può’.
 Nessuna di noi nasce ladra o prostituta, sono loro a piegarci con la violenza.
 Io sono sotto protezione. Non bisogna avere paura a denunciare queste infamie che macchiano tutto il nostro popolo.”

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on sabato maggio 16 2009at 12:05 pm , filed under 1^ puntata, Rom, Sfruttamento and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

10 Responses to “Nessuna di noi nasce ladra o prostituta, sono loro a piegarci con la violenza.”

  • fed551 ha detto:

    Sono assolutamente daccordo con questa povera ragazza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Luca De Mata ha detto:

    Si! le parole di questa ragazza ora sotto protezione mi hanno colpito molto, moltissimo. La cosa che più strige il cuore che sono talmente tanti casi che ti senti impotente. Speriamo questa piccola ma profonda inchiesta possa spezzare certe catene che ancora oggi esistono e drammaticamente condizionano la vita di milioni di persone. O meglio gli impediscono di vivere. Gli negano il loro diritto alla vita ed al rispetto dovuto ad ognuno di noi

  • gopia0 ha detto:

    Povera ragazza. Una vita infernale! Abbiamo leggi troppo permissive e che tutelano poco situazioni come queste.

  • Maria ha detto:

    Nessuna di noi nasce ladra o prostituta, sono loro a piegarci con la violenza.
    Questa frase dovrebbe stare su i nostri striscioni, diventare un manifesto da urlare a tutti questi che ci considerano solo oggetti

  • Carla ha detto:

    Però ci sono uomini che sono dalla nostra parte. Come questo blog. Attendo il 13 di vedere la puntata per capire meglio da che parte sta.

  • Anna ha detto:

    Ma hai letto il blog? ed allora mi sembra evidenti che sia schierato dalla parte dei più deboli, e noi donne dei deboli non siamo la parte che soffre di più? Ho visto la prima puntata veramente bellissima e ti consiglio di recuperarla. Anzi mi sembra fin troppo schierata.

  • Lea ha detto:

    Ma quando mai si è troppo schierati quando si parla di donne e della nostra condizione!

  • Aldo Taor. ha detto:

    Certo che voi donne a fare le vittime non vi batte nessuno

  • Lea ha detto:

    Ecco un’altro maschilista, ma hai letto la storia di questa ragazza rom? ma non ti vergogni come uomo, come maschio. Ma ti sembra giusto che questa ragazza debba vendere il corpo, debba andare a rubare costrtta da un padre pappone?

  • Fabiana ha detto:

    Il fatto non è, caro Aldo Taor., che ci piace particolarmente fare le vittime, anzi personalmente ne farei volentieri a meno. Ma poi però mi si deve spiegare perché a parità di mansioni svolte il salario di una donna è più basso, perché nei colloqui di lavoro ci viene chiesto se abbiamo intenzione di sposarci in un futuro prossimo o di avere figli…stando sicuri che se le risposte sono sì la domanda verrà cestinata… per cui, se l’uguaglianza e le pari opportunità esistessero veramente, credimi, nessuna perderebbe tempo a lagnarsi.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>