Tengo paura

Padre di famiglia Rom (Napoli) :
 Tengo paura che mi …qualcuno…qua capito, pure se vado da una baracchina nel nostro campo perchè dicono che non è giusto abitare da una baracchina al campo, però siamo tutti di noi, che ne conosciamo capiamo la lingua perciò noi tiriamo tutti per stare vicino.

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on giovedì maggio 21 2009at 11:05 pm , filed under 2^ puntata, Rom, Sfruttamento and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

9 Responses to “Tengo paura”

  • Lilli ha detto:

    Blog affascinate e strane per come è frantumato, non mi dispaice, ed aiuta la lettura.

  • Armando ha detto:

    Indubbiamente dalle parole di questo Rom si capisce molto bene il looro proble di rimanere uniti. Da quando ho iniziato a leggere questo blog ho anche iniziato a cercare di capire chi sono quelli che noi chiamiamo zingari. Leggendo alcuni libri sul tema si è aperto un mondo sconosciuto ed antico.

  • Carmine ha detto:

    Hai letto anche quando sono venuti a rubarmi a casa?

  • Armando ha detto:

    Caro amico la questione dei gitani è molto complessa. Certamente c’è chi ruba e vive nella cultura della deliquenza, come tra di noi. Il problema è di non fare di tutta l’erba un fascio. Leggendo su di loro ho scoperto cose interessantissime. Forme di solidarietà sconosciute, o meglio totalmente dimenticate nelle grandi città.

  • Carmine ha detto:

    Aspetta che Ti rubino a casa o per strada e poi ne riparliamo.

  • DP112a ha detto:

    Perchè rubano solo gli zingari? anche se a me non fanno simpatia con i loro campi non mi sento di essere complice di chi li vuole genericamente criminalizzare. E noi come la mettiamo con mafiosi e camorristi che stritolano, taglieggiano corrompono la nostra società?

  • Armando ha detto:

    Il mondo è fatto di gente onesta e disonesta. Il colore della pelle non mi riguarda.

  • Zaccagna ha detto:

    Abitavo a viale della Sereneissima dietro casa c’era un campo di zingari, se ne andarono, i borgatari avevano cominciato a rubargli dentro le roulottes.

  • fsktc ha detto:

    concordo con Armando, non è il colore della pelle a essere determinante quando si parla di persone disoneste. E Zaccagna ci dà un esempio di come a volte i “ruoli” che si affibbiano alle persone possano essere completamente rovesciati.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>