Mi hanno fatto sognare, mentendomi…I clienti, era un continuo venire ed andare…

Una ragazza in controluce – vittima della tratta – Moldavia :” Sono ed abito in Moldavia. Lavoro nei cantieri. Il mio mensile è di 1600 lei, 100 euro al mese. Vi può sembrare una miseria, ma è la realtà. Noi siamo tutti sottopagati. Per la stanza in cui vivo pago ogni mese 700 lei, circa 45 euro. Quindi finito il mio orario ogni giorno vado in altri cantieri.
 Quando ero più giovane, sognavo di andare a lavorare da qualche parte, e comprarmi un appartamento.
 Mi hanno fatto sognare, mentendomi.
 Sono riuscita a tornare senza essere uccisa.
Eravamo tre ragazze 16, 17 anni.  Ci fecero passare illegalmente da un paese all’altro.
 Dopo la frontiera capii tutto.
 Non so se mi hanno venduto più volte.
 Avevano paura della polizia.
 Non voglio raccontare tutto quello che ho subìto, né dove stavo. Forse in Italia, forse in Albania… Ho sofferto tanto.
 Mi sono salvata perché  la polizia ci ha trovato..
 Dicevano che dovevo pagarmi l’alloggio e il cibo. I clienti, era un continuo venire ed andare.
 Voglio dire alle ragazze, voi ora siete giovani e belle. Dovete avere rispetto di voi. Non andate all’estero. Favole! la realtà è  terribile. 
 Pensate a cosa mi costringevano per mangiare e sperare che mi lasciassero in vita. 
 Chi mi fece tutte quelle promesse era una donna. Il lavoro sporco di avvicinarti lo fanno fare alle donne.  Gli uomini rimangono nell’ombra.
 Se i trafficanti e i clienti non esistessero, io non avrei mai sofferto e come me tante altre poco più che bambine.
 Avevo 16 anni.”

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on domenica maggio 24 2009at 06:05 pm , filed under 3^ puntata, Prostituzione, Questione femminile, Schiavitù, Sfruttamento and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

7 Responses to “Mi hanno fatto sognare, mentendomi…I clienti, era un continuo venire ed andare…”

  • Claudia ha detto:

    Che vergogna sfruttare queste bambine..grazie per farci rendere partecipe di queste problematiche che spesso vengono dimenticate.

  • Omar ha detto:

    Non ho parole per queste povere ragazze sfruttate con l’inganno..dobbiamo tutti fare qualcosa perchè ciò non avvenga.

  • Giada ha detto:

    Non si può distruggere la vita di una ragazza di 16 anni..resterà segnata per tutta la vita per colpa di persone disumane…

  • Luca De Mata ha detto:

    Cara Claudia grazie a Te che leggi e commenti!

  • Luca De Mata ha detto:

    Le Tue parole, le Tue intezioni sono già una risposta a tutti questi orrori!

  • Messena ha detto:

    Non condanno chi va con le prostitute, molte di loro sono tutt’altro che schiave, fanno un mestiere e vengono pagate. Un uomo può avere tantissimi motivi per andare con una prostituta, dall’essere vecchio o storpio all’essere disperato,senza dimenticare che i perversi ed i maniaci esistono. Però da qui a caricare in macchina delle sedicenni ne passa davvero tanta di acqua sotto i ponti, questa è gente per cui ci vorrebbe la castazione!

  • Dario di Ragusa ha detto:

    In un altro punto del blog ho scritto che non amo gli zingari ed è vero, ma ugulamente non amo chi va con queste povere schiaave e forse non amo gli zingari perchè penso che alimento la cattiveria di chi li costringe a mendicare come chi costringe a prostitursi

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>