Sono negli Stati Uniti al confine con il Messico sul sentiero dei migranti dove ogni giorno chi vive nelle favelas del Sud America sogna di passare anche se sa che la maglia lasciata aperta dai muri sembra fatta apposta perché di là arrivino solo i più forti. Braccia robuste da pagare tre dollari l’ora. Bambini ed anziani, deboli, disabili questo non è un passaggio per loro, qui si muore, questa è Sparta dove dalla rupe tarpea si gettava chi non era sano, questa è la festa delle streghe da bruciare.

Italia, Moldavia, Slovacchia, Germania Francia, Canada, Argentina…in qualunque luogo sono stato per questa inchiesta i problemi sono gli stessi.
 Entrare illegali pagando mediatori criminali ladri di vite.
 L’incertezza di ogni secondo della tua vita.
 Il razzismo che incontri e quello che nasce in te.
 La miccia è accesa. Sono negli Stati Uniti al confine con il Messico sul sentiero dei migranti dove ogni giorno chi vive nelle favelas del Sud America sogna di passare anche se sa che la maglia lasciata aperta dai muri sembra fatta apposta perché di là arrivino solo i più forti. Braccia robuste da pagare tre dollari l’ora. Bambini ed anziani, deboli, disabili questo non è un passaggio per loro, qui si muore, questa è Sparta dove dalla rupe tarpea si gettava chi non era sano, questa è la festa delle streghe da bruciare.

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on martedì maggio 26 2009at 11:05 pm , filed under 3^ puntata, AAA - La valigia con lo spago and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

2 Responses to “Sono negli Stati Uniti al confine con il Messico sul sentiero dei migranti dove ogni giorno chi vive nelle favelas del Sud America sogna di passare anche se sa che la maglia lasciata aperta dai muri sembra fatta apposta perché di là arrivino solo i più forti. Braccia robuste da pagare tre dollari l’ora. Bambini ed anziani, deboli, disabili questo non è un passaggio per loro, qui si muore, questa è Sparta dove dalla rupe tarpea si gettava chi non era sano, questa è la festa delle streghe da bruciare.”

  • Domenico di Livorno ha detto:

    L’America non mi ha mai fatto sognare, al mercatino una volta compravo il dentrificio, oggi non ci vado più. Non mi stupisce nulla neanche che succedono certe cose. E’ molto difficile far passare l’idea che siamo tutti uguali, ed abbiamo gli stessi diritti. Dalle nostre parti ci sono ancora dei vecchi anarchici, ma vecchi o giovani con il loro fanatismo rendono tutto più difficile.

  • Tizio ha detto:

    Anche a scuola ero contro Sparta!

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>