Sono da alcuni giorni in questa area tra gli USA ed il Messico.Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro fino a quando non incontri chi racconta cosa c’è dietro quei fondali.

Sono da alcuni giorni in questa area tra gli USA ed il Messico. Una natura bellissima. Paesaggi stupefacenti. Le persone cordialissime. Ma il dietro le quinte come in ogni spettacolo teatrale è un’altra cosa. Non c’è confusione. La messa in scena ha i suoi tempi. Il pubblico in sala alla chiusura del sipario dovrà applaudire. Qui è così.
 Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi racconta cosa c’è dietro quei fondali da cui non staccheresti gli occhi. I suoni della natura. Il calore della terra. L’aria pura che ti riempie.
 Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro, della rete di confine, ed ancora più di qua dove c’è la più antica Costituzione voluta dai suoi cittadini basata su diritti di libertà e di democrazia.

luca de mata © copyright 2009

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on mercoledì maggio 27 2009at 08:05 am , filed under 4^ puntata, Immigrazione, USA/Messico, Volontariato and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

4 Responses to “Sono da alcuni giorni in questa area tra gli USA ed il Messico.Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro fino a quando non incontri chi racconta cosa c’è dietro quei fondali.”

  • -fasc- ha detto:

    è sicuramente più facile fermarsi alle apparenze piuttosto che indagare “dietro le quinte”…ma per troppo tempo si è taciuto, è ora di ridare voce a coloro che hanno sacrificato la dignità nella speranza di una vita migliore.

  • Pternal ha detto:

    poesia::)

  • Tonino ha detto:

    Amo la democrazia americana e proprio non capisco come lì possano accadere certe atrocità

  • Dario ha detto:

    Ma qui non si tyratta di democrazia, qui, se non l’hai capito si tratta che la criminalità si sta mangiando la democrazia. Speriamo per l’America che Obama rimetta il treno sul binario. Oggi con leggi che aveva lasciato il suo predecessore anche da turista era fastidioso andare in quella nazione. Mancava solo che ti infilassero un dito nelle parti intime epoi sai che ti dico peggio per loro se una fonte come il turismo diminuisce: rimangono più soldi in Europa.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>