Immigrazione:un fenomeno nuovo in Spagna.

Spagna. Sono nelle terre descritte da Miguel de Cervantes.  La cittadina di Cuenca è splendida. Nella straordinaria Cattedrale sta entrando in processione il Vescovo, seguito dal suo popolo. Tanti bambini seduti qui e lì, sembrano angeli mandati dal cielo. Figli di immigrati. Incontro S. E. Mons. José Maria Yanguas Sanz – Vescovo di Cuenca:

Il fenomeno dell’emigrazione è anche un fenomeno nuovo in Spagna come in altri paesi dell’Europa. Esso rappresenta una sfida in questa nostra società spagnola, abituata piuttosto all’emigrazione che non all’immigrazione.L’emigrazione costituisce una sfida dal punto di vista culturale, ma anche politico, economico, ed indubbiamente religioso. Ma l’accoglienza della Chiesa non può limitarsi ad un lavoro pur necessario, di carità. La relazione col mondo dell’emigrazione non può limitarsi al mondo della Caritas. La Chiesa ha una missione di evangelizzazione. In altri tempi siamo andati dall’Europa nei nuovi continenti, ad Evangelizzare quelle terre. Ora sono quelle terre che vengono in questo vecchio continente, e la Chiesa deve sentire la sfida di Evangelizzare.

Share and Enjoy:
  • Alice OkNo
  • Sphinn
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • BarraPunto
  • BlinkList
  • BlogMemes
  • De.lirio.us
  • Blogosphere News
  • co.mments
  • DotNetKicks
  • DZone
  • E-mail this story to a friend!
  • Gwar
  • Live
  • MySpace
  • Ping.fm
  • Print this article!
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Socialogs
  • Spurl
  • Technorati
  • TwitThis
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Buzz
  • YahooMyWeb
  • eKudos
  • Fark
  • laaik.it
  • MisterWong.DE
  • Netvibes
  • PlugIM
  • Design Float
  • Identi.ca
  • LinkaGoGo
  • Linkter
  • Meneame
  • N4G
  • Netvouz
  • NewsVine
  • Propeller
  • Reddit
  • Scoopeo
  • scuttle
  • Smarking
  • SphereIt
  • Symbaloo
  • Taggly
  • TailRank
  • ThisNext
  • Tipd
  • Upnews
  • Webride
  • Fleck
  • Furl
  • LinkArena
  • MyShare
  • Simpy
  • Shadows
  • StumbleUpon
  • Webnews.de
  • LinkedIn
This entry was written by Luca De Mata , posted on venerdì maggio 08 2009at 07:05 pm , filed under 1^ puntata, Evangelizzare, Immigrazione and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

13 Responses to “Immigrazione:un fenomeno nuovo in Spagna.”

  1. Certo che se lei è un prete e di questo sono sempre più convinto, mettetevi daccordo! qui c’è un vescovo che non sia proprio su posizioni molto aperte, sembra della Lega, ed altri preti che invece aprirebbero i confini a tutti. Ma dove è tutto questo lavoro per tutti?

  2. Non sono un prete, e per quanto penso sia giusto ho raccolto le testimonianze di tutti e poi mi dica con sincerità: l’immigrazione sia regolare o meno o è una questione che rigurada solo i preti o tutti noi, con le nostre idee e le nostre diversità. Credo sia importnate che tutto questi dibattitto avvenga in un clima di serenità e di amore tra di noi, senza pregiudizi ed idee preconcette e soprattutto ricordandoci che siamo tutti Persone con i nostri limiti, le nostre disperazioni e le nostre gioie. L’importante e non vedere mai nel nostro prossimo una Persona che in quanto diversa deve essere emrginata, o peggio odita. Purtroppo questo avviene non solo per la differenza del coloro della pelle, ma si odia per censo di apprtenza e pradossalmente si uccide per anche in nome della tifoseria. Ognuno di noi ha diritto vivere il suo credo o non credo e di questo sono assolutamente convinto, come sono assolutamente convinto che nessuno per il suo credo può uccidere o multilare un suo prossimo diverso.

  3. Se permette, qui non si tratta di aprire i confini a tutti, ma semplicemente qualità di accoglienza anche se poi la persona che infrange la legge dovrà subirne le coseguenze.

  4. Proprio perché l’immigrazione è un fenomeno transnazionale, perché non istituire un’organizzazione di forze tale da poter coordinare questo fenomeno in maniera coerente? Solidarietà dovrebbe far rima con volontà di risolvere i problemi che affliggono la nostra società in modo concreto.

  5. L’evangelizzazione si è rovesciata è vero, nessuno ormai si può vantare di portare in qualsiasi parte del globo progresso e civiltà. La “missione dell’uomo bianco” di Kipling è finita, non ci sono più Sandokan a Hayez di Salgari a riequilibbrare lo strapotere dei conquistatori. Oggi quei Conquistadores si affidano al satellite per vendere i loro sogni e far nascere bisogni artificiali in posti del mondo dove i bisogni dovrebbero essere soltanto mangiare , bere e dormire.

  6. Non so se centra molto con i post precedenti, ma ci penso spesso: mi fanno ridere i leghisti, ma che vadano a farsi f….re. Creino pure la loro Padania indipendente, e allora dovrebbe essere l’Italia a diventare razzista verso loro; dovremmo essere noi italiani a non volere nel nostro paese degli ottusi razzisti così. I padani si isolino pure, ergano i loro confini, si creino una loro nazionale di calcio che giochi indipendente, inizino a vivere del turismo internazionale che certo affollerà la loro pianura così attraente, e soprattutto i loro politici padani…la smettano di gridare contro Roma ladrona, di non andare alla festa per l’indipendenza dell’Italia, di continuare a rifiutarsi di sventolare il tricolore….continuandop però a rubare lo stipendio di parlamentari dall’Italia che tanto disdegnano.

  7. Mi perdoni la popolazioen del blog se la risposta c’entra poco ma c’è chi è ancora convinto che la Lega Nord sia votata dagli scissionisti. Non credo che isolarsi faccia parte del processo politico , lo è invece portare nell’italia intera l’esempio di gestione del pubblico e del privato sull’esempio di aree dove vi sono circoli più virtuosi. In quanto al razzismo vorrei far notare che il sindaco di Viggiù è della lega ed è di colore. Dimmi caro Andrea, quanti rappresentanti di colore c’erano nel tuo partito? L’unico che c’è al parlamento l’ha fatto eleggere Di Pietro. In compenso ci saranno un mucchio di gay, vero? Certo i gay votano in italia, gli stranieri no!
    Quanta ipocrisia, meditate gente, meditate sui sinistroidi.

  8. Ribadisco, alcuni che vanno nei treni con il DDT a disinfestare gli scomparti dove hanno viaggiato gli extracomunitari…meditate gente, meditate.

  9. La migracion en espagna de estados no europeos es un problema que aun queda pendiente por resolver. Vienen a Espana, a buscar trabajo y se quedan alli, a trabajar de lo que pueden. pero si no tenemos trabajo para los espanoles, que haremos con ellos?

  10. Quello che ha scritto Esperanza potrebbe dirlo tranquillamente un’italiano, sta diventando globale anche la mancanza di lavoro.

  11. Per me che lavoro con i senza dimora a Napoli, è stato molto interessante seguire questa puntata. Peccato che le cose belle e di cultura vadano sempre in seconda serata… ma non fa niente. La segiurò con molto piacere ugualmente.

  12. Purtroppo per il G8 questa inchiesta riprenderà il 13 luglio.
    Grazie e spero nell’aiuto di tutti per far ricordare questo spostamento di appuntamento.

  13. purtroppo per il G8 questa inchiesta riprenderà in II serata su RaiUno il 13 luglio e sempre in II serata su Rai Uno

Leave a Reply