La questione dell’immigrazione e dello spostamento in massa delle persone non sarà una questione breve, anche giudicando la situazione attuale nel mondo; e prima riusciremo ad affrontarla in maniera adeguata, meglio sarà.

Abdulkarim Khalil. Dir. Scuola Musulmana – Londra – Inghilterra: ” Credo che, se avessero la possibilità di scegliere, le persone non si sposterebbero dai loro Paesi d’origine, dove vivono con le loro famiglie, a meno che non vi siano costretti.  Le persone si muovono per ragioni economiche in posti dove possono vivere nel modo in cui desiderano.  Al giorno d’oggi, l’emisfero Nord è ricco e l’emisfero Sud, povero instabile.  
 Quando le persone si spostano in grandi numeri, si ha un grande impatto sia sui posti dai quali si emigra, sia su quelli verso i quali si migra. 
Il nostro lavoro, da persone fedeli, e oggi sto parlando da musulmano, è quello di considerare questa questione come una questione umana.
 Sono stato molto contento nel sentire che il Papa ha parlato a favore del ricongiungimento delle famiglie di immigrati.  Noi appoggiamo senza dubbio questo appello.
 La questione dell’immigrazione e dello spostamento in massa delle persone non sarà una questione breve, anche giudicando la situazione attuale nel mondo; e prima riusciremo ad affrontarla in maniera adeguata, meglio sarà. ”

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on giovedì maggio 28 2009at 04:05 pm , filed under 4^ puntata, Islam and tagged , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

6 Responses to “La questione dell’immigrazione e dello spostamento in massa delle persone non sarà una questione breve, anche giudicando la situazione attuale nel mondo; e prima riusciremo ad affrontarla in maniera adeguata, meglio sarà.”

  1. Le parole del Dir Kalil mi fanno sperare che il mondo possa vivere in concordia anche se troppi sono i segnali di ostilità che da alcune parti ci giungono. Non riesco a capire se tutto questo è indotto da un disegno di supremazia culturale o comunque frutto di una miscela ideologica religiosa che fortunatamente non ha ancora una piattaforma di unifificazione quanto più separata da faide interne ed interessi lontani da ogni credo di pace.

  2. Non è bello lasciare il proprio paese d’origine per un paese sconosciuto con usi e costumi totalmente diversi!

  3. Siamo sempre pronti a giudicare gli emigranti che vengono nel nostro paese senza veramente capiri le serie e gravi motivazioni per cui sono spinti a fare questo viaggio in una terra straniera.

  4. Secondo me se ne parla ancora troppo poco di emigrazione e dei problemi che sono strettamente legati!

  5. Il governo non sembra molto interessato ad occuparsi e ad aiutare le persone emigranti nel nostro paese.

  6. L’immigrazione potrebbe essere una fonte di arricchimento culturale ed economico per la totalità dei paesi, ma per riuscirci sarebbe necessario un dialogo e un uso intelligente delle leggi e delle forze che ancora non c’è.

Leave a Reply