Quindi ho scelto l’immigrazione clandestina: mi sono detta o mi salverò o morirò ma morirò con dignità. E allora sono stata costretta a venire con la “ nave della morte”!

donna Marocco – Europa:”E’ vero ho fatto dei tentativi per  superare dei concorsi  per trovare un lavoro in Marocco, ma purtroppo non ho ricevuto neppure una risposta. Quindi ho scelto l’immigrazione clandestina: mi sono detta o mi salverò o morirò ma morirò con dignità. E  allora sono stata costretta a venire con la “ nave della morte” come l’ho chiamata io. Non mi restava che venire con questo mezzo con altri clandestini . Vivere qui senza documenti è molto, molto difficile”

luca de mata © copyright 2009

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on giovedì maggio 28 2009at 06:05 pm , filed under 4^ puntata, clandestini, commercio degli emigranti, Estorsione, politiche migratorie, Questione femminile, Sfruttamento and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

26 Responses to “Quindi ho scelto l’immigrazione clandestina: mi sono detta o mi salverò o morirò ma morirò con dignità. E allora sono stata costretta a venire con la “ nave della morte”!”

  1. Complimenti a Luca per le tematiche trattate in modoa pprofondito!

  2. L’emigrazione… si fa presto a giudicare…ma si fa fatica ancora a comprendere chi veramente soffre e non ha più nulla.

  3. Mi dispiace tanto per la protagonista della storia..non dobbiamo giudicare questa povera gente senza veramente comprendere i motivi che spingono a fare questi gesti.

  4. Complimenti a Luca per tutto ciò che sta facendo!

  5. Complimenti a Luca per la realizzazione di questo bellissimo programma..continua così sempre!

  6. Di persone come la protagonista della storia ci sono e ce ne saranno sempre, stiamo vicino a loro e aiutiamoli!

  7. Non dobbiamo girare la testa quando vediamo e sentiamo queste cose..sono aspetti crudi della nostra società che non devono essere rilegati e nascosti!

  8. Bisognerebbe vivere in prima persona le sofferenze di un gesto così estremo…invece di giudicare e basta!

  9. Luca ti ammiro per questo tuo operato…le tue inchieste sono toccanti!

  10. Grazie alla Valigia con lo spago che ci permette di vedere aspetti tristi e attuali…e soprattutto ci fa riflettere su ciò che accade ogni giorno.

  11. Lasciare il proprio paese e fuggire clandestinamente rischiando la vita è una esperienza che ti segna la vita!

  12. Queste persone non lasciano il proprio paese per futili motivi ma per salvarsi spesso la propria vita!!!

  13. Grazie Luca per questa storia, auguro alla protagonista una vita più felice di quella che ha avuto fino ad’oggi.

  14. Dobbiamo fare qualcosa e agire e non voltarsi dall’altra parte!

  15. Questa donna protagonista merita tutto il nostro sostegno, grazie Luca per aver dato voce a chi voce non ne ha più.

  16. La Valigia con lo spago è molto più di un semplice programma televisivo…complimenti Luca per come affronti tutte le tematiche!

  17. Diciamo basta all’indifferenza!!!!

  18. Programma molto interessante e soprattutto affronta ogni cosa con semplicità lasciando a ognuno il proprio spazio per riflettere.

  19. Complimenti a Luca, non fermarti e continua il tuo lavoro con questo impegno!!!!!

  20. Bravo Luca..la storia di questa donna è toccante davvero.

  21. Grazie! Cristina

  22. Cara Martina ho semplicemente fatto il mio lavoro come tanti altri miei colleghi che come Ilaria Alpi oggi non sono più tra noi. E sai perchè si fa? perchè altri come Te prendano il testimone e proseguano a denunciare senza fine e sempre con coraggio quanto attorno ci avvolge come una piovra.

  23. Caro Ugo il futuro di quella persona, come di tante persone è nelle mani della tua generazione perchè dalla freschezza e semplicità delle Tue parole mi sembri molto giovane. Non avere paura a dare tutto Te stesso e di più perchè questo nostro pianeta migliori.

  24. Toccanti sono i vostri commenti, perchè rivelano una partecipazione vera ad argomenti che poi toccano tutti noi e sopratutto il Vostro futuro!

  25. grazie dei complimenti sempre ben accetti, ma io non ho nessun merito se non raccontare la vita quella in cui siamo immersi, quella di cui neghiamo prima di tutto a noi l’esistenza, quella in cui abbiamo perso l’amore per il prossimo e forse prima di tutto per noi stessi.

  26. L’idea che esistano governanti di questi paesi da cui si emigra che gozzovigliano mentre la popolazione muore dovrebbe far venire il dubbio sul fatto che queste popolazioni sono in grado di governarsi da sole. Il tempo che comprenderanno come farlo si saranno svuotate e all’Africa non resteranno che gli animali, sempre che nel frattempo non si sia provveduto ad ammazzare anche quelli.

Leave a Reply