Estorsioni, soldi e disperazione: solo?

Estorsioni, soldi e disperazione: solo?  Qualcuno negli Stati Uniti tenta di dare una risposta. Risposta che abbiamo da un’università al confine con il Messico, di tipo antropologico. Forse basterebbe applicare sistemi più semplici, come ricordarci che volenti o nolenti siamo fratelli.  Ricordarci che le persone che sono al di là di quel muro, di quella rete non sono diverse da me o da te. Che quella rete non divide, ma unisce le persone che hanno fiducia nel futuro e che divide solo chi sta perdendo la cultura della libertà e sempre di più pensa che chiudere gli altri in un ghetto, in effetti sta chiudendo se stesso…in un ghetto. La crisi che sta scuotendo il mondo non è un segno che forse c’è qualche cosa di sbagliato? Che forse nelle nostre leggi che dovrebbero difendere i concetti di democrazia c’è qualche cosa che si sta infilando nemico di ogni progresso?  ll razzismo per esempio! E per chi crede nei fondamenti della fede dell’occidente tutto questo è l’opposto di quell’amore per il prossimo che è il contenuto, la radice di tutte le democrazie.  A questo proposito dice il prof. Josiah Heyman che insegna Antropologia all’“Università del Texas” El Paso: “Per quanto posso aiuto le comunità che lavorano per i diritti umani e sociali degli immigrati. Sono anche uno scienziato e quindi sono attento a  non  fare qualsiasi ragionamento, senza conoscere i dati, perché coinvolge non solo i migranti ma l’identità di una nazione. Non è mettere a fuoco il migrante in sé, ma la società che li riceve. Il governo degli USA da una parte risponde alle paure che generano la presenza degli estranei.  E questo risponde allo stereotipo, dell’immagine che lo straniero in qualche modo entra per minare la società, ma dall’altra parte deve anche rispondere ad una realtà che ha delle necessità di ordine economico. 

Il professore dell’Università del Texas praticamente ci ha voluto dire che tra due rocce c’è solo un interconnessione fisica come l’erosione del vento e delle acque, ma non comunicano tra di loro. Così ritorniamo sempre alla questione del rispetto o meno dei principi morali, se siamo fedeli ai valori che sono dentro ogni Persona o li tradiamo per un pugno di monete o il gusto del potere, come è proprio della cultura criminale.

Be Sociable, Share!
This entry was written by Luca De Mata , posted on sabato maggio 09 2009at 08:05 pm , filed under 1^ puntata, Immigrazione, USA/Messico and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink . Post a comment below or leave a trackback: Trackback URL.

One Response to “Estorsioni, soldi e disperazione: solo?”

  • MrH456 ha detto:

    Sto leggendo questo blog come un romanzo inchiesta. Attendo con grande interesse il video su RaiUno. Non è una domanda poi mi informerò, comunque ho letto che è dal 29 giugno in II serata. Speriamo che non sia troppo tardi. La mattina lavoro e devo alzarmi molto presto.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>