Invitiamo i fratelli immigrati al rispetto delle leggi e della religione del paese di residenza e ad essere esempio di buona condotta

Invitiamo i fratelli immigrati al rispetto delle leggi e della religione del paese di residenza e ad essere esempio di buona condotta

La pace ha bisogno veramente di accettarsi, ma dobbiamo accetarsi e non ci accettiamo se veramente non lavoriamo insieme.

La pace ha bisogno veramente di accettarsi, ma dobbiamo accetarsi e non ci accettiamo se veramente non lavoriamo insieme.

…in quella carta c’è anche scritto il diritto per ogni persona della libertà di culto e di poter esprimere la propria fede pubblicamente, senza per questo rischiare di essere impiccato, più che decapitato…

Vorrei ricordare all’uomo del Magreb, che merita tutto il nostro rispetto ed affetto, come lui ricorda agli Europei di essere rispettosi della carta dei diritti dell’uomo, vorrei ricordare che in quella carta c’è anche scritto il diritto per ogni persona della libertà di culto e di poter esprimere la propria fede pubblicamente, senza per questo rischiare di essere impiccato, più che decapitato. Il diritto di potere erigere senza nessuna restrizione luoghi per la propria fede. Che è diritto di ogni persona di credere o non credere, che è diritto di ogni persona ad aderire secondo le sue convinzioni personali ad una fede oggi e domani a nessuna o ad un altra. Perché credere o non credere ad una fede non è la partecipazione ad un’asta di buoi, ma il diritto alla libertà di fede in tutte le sue espressioni di rispetto e di reciprocità.