Estorsioni, soldi e disperazione: solo?

Essere fedeli ai valori che sono dentro ogni Persona o li tradiamo per un pugno di monete o il gusto del potere, come è proprio della cultura criminale.

Immigrazione clandestina – Lavoratori contro lavoratori. Tutto questo falsa la concorrenza. Questo fa paura all’Americano medio.

Aziende che non vogliono pagare assumere i nostri cittadini perché dovrebbero dargli 30, 50 volte di più e i contributi, i loro profitti si assottiglierebbero diminuirebbero,che al contrario aumentano con lavoratori senza documenti.

Un’extraterreste messicana…solo acqua sotto il sole, 50 dollari in nero, 8 ore di lavoro. Quando ti chiamano!

Tutto il giorno sotto il sole dalle quattro della mattina e lì non gli danno cibo, soltanto acqua. Lui lavora 8 ore e riceve soltanto 50 dollari.

Ma se non posso mostrare il mio volto posso parlare.Non c’è più un sogno americano. A poco a poco tutto è caduto, ed è sempre peggio. Non posso dire al mondo chi sono io quando in realtà dovrebbero essere altri a dover coprire il loro volto.

Lei ora vuole tornare nella sua nazione. Vorrebbe ma non lo fa perchè dovrebbe rischiare la morte nel deserto o passare per un luogo di detenzione. Perchè? Perchè ha contribuito per anni con il suo lavoro che le strade fossero asfaltate, l’acqua scorresse potabile, una persona anziana non si sentisse abbandonata. Tutte colpe gravi perchè in tutti questi anni per lei…un’immigrata clandestina.

Come Ispanica ho il problema di spiegare ai miei figli del perché voglio mantenere le mie tradizioni in un paese dove questi valori non sono più esistenti.

La famiglia nei paesi dove le strade sono asfaltate e l’acqua del rubinetto è potabile, la famiglia che è poi è il mattone della casa esiste ancora?

America (sud nord) schiavi – slavery – esclavos – Ascoltate…

Messico – Usa: le nuove schiavitù

Chi di voi che accetterebbe per se o per i propri figli di diventare schiavo o schiava?

Questo non è un film dell’orrore ma il racconto reale di una ragazza che in questa inchiesta ho incontrato al confine tra Stati uniti e Messico dove anche qui ascolteremo ed entreremo in luoghi da dove si è creato un flusso di 20milioni di clandestini, narcotraffico, e corruzione ma anche infinita coerente carità, amore per il prossimo, e per questa carità e per questo amore c’è chi mette in gioco le proprio vite.

Con noi c’era una signora del Messico. Era pesante. Si stancava di camminare. …Lei ad un certo punto si è lasciata andare ed ha deciso di rimanere lì nel deserto. Senza acqua e cibo…

Abbiamo incontrato un ragazzo 15 anni morto, ma non puoi spaventarti in quelle condizioni. Se lo fai cadi nel panico e muori. Ho pregato Dio per il ragazzo, perché lo perdonasse dei suoi peccati.

Non si può accettare che tre donne siano violentate e costrette schiave a prostituirsi, non si può accettare che una bambina di 15 anni attraversi un deserto con la sola compagnia della morte, non si può accettare che popoli da un continente ricco come l’Africa arrivino nei paesi del nord per strade di mille ricatti, come non si può accettare che il traffico di esseri umani sia gestito per la maggior parte dalla criminalità e non dalle leggi che gli Stati si sono dati per la tutela e lo sviluppo armonico delle nostre comunità.

Non si può accettare che tre donne siano violentate e costrette schiave a prostituirsi, non si può accettare che una bambina di 15 anni attraversi un deserto con la sola compagnia della morte, non si può accettare che popoli da un continente ricco come l’Africa arrivino nei paesi del nord per strade di mille ricatti, come non si può accettare che il traffico di esseri umani sia gestito per la maggior parte dalla criminalità e non dalle leggi che gli Stati si sono dati per la tutela e lo sviluppo armonico delle nostre comunità.

Sono negli Stati Uniti al confine con il Messico sul sentiero dei migranti dove ogni giorno chi vive nelle favelas del Sud America sogna di passare anche se sa che la maglia lasciata aperta dai muri sembra fatta apposta perché di là arrivino solo i più forti. Braccia robuste da pagare tre dollari l’ora. Bambini ed anziani, deboli, disabili questo non è un passaggio per loro, qui si muore, questa è Sparta dove dalla rupe tarpea si gettava chi non era sano, questa è la festa delle streghe da bruciare.

Sono negli Stati Uniti al confine con il Messico sul sentiero dei migranti dove ogni giorno chi vive nelle favelas del Sud America sogna di passare anche se sa che la maglia lasciata aperta dai muri sembra fatta apposta perché di là arrivino solo i più forti. Braccia robuste da pagare tre dollari l’ora. Bambini ed anziani, deboli, disabili questo non è un passaggio per loro, qui si muore, questa è Sparta dove dalla rupe tarpea si gettava chi non era sano, questa è la festa delle streghe da bruciare.

USA: Terra che ha saputo liberarsi del razzismo. Terra che ha fatto convivere etnie e tradizioni diverse

USA: Terra che ha saputo liberarsi del razzismo. Terra che ha fatto convivere etnie e tradizioni diverse.  Ed ora la denuncia cruda delle deportazioni la notte, di bambini e donne abbandonate a se stesse. Deportazioni di persone che hanno lavorato onestamente oltre 20 anni, sottopagate di cui tutti sapevano, della loro presenza e che al […]

Noi non possiamo dire sappiamo cosa prova un migrante, ma noi possiamo dire che siamo stati in questo luogo e possiamo dire quanto ferisce il sole, e cosa fa, e come è duro, e quanto è sbagliato che le persone muoiano in questo modo.

La migrazione è qualcosa di globale, per l’ Arizona in particolare e per gli USA. L’immigrazione è diventata una questione scottante la gente muore come tante stanno morendo in tutto il mondo Rispondiamo a questo camminando da Sasave Sonora a Tucson Arizona, non per immaginare di essere migranti o pretendere di sapere cosa significhi soffrire perché sappiamo che abbiamo privilegi sappiamo che gli americani sono probabilmente il gruppo più privilegiato nel mondo.

Sono da alcuni giorni in questa area tra gli USA ed il Messico.Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro fino a quando non incontri chi racconta cosa c’è dietro quei fondali.

Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro, della rete di confine, ed ancora più di qua dove c’è la più antica Costituzione voluta dai suoi cittadini basata su diritti di libertà e di democrazia

Non c’è più Carità!

Non ti accorgi di nulla fino a quando non incontri chi ti racconta cosa c’è realmete al di qua ed al là del muro, della rete di confine, ed ancora più di qua dove c’è la più antica Costituzione voluta dai suoi cittadini basata su diritti di libertà e di democrazia.

luca de mata © copyright 2009

Lucrezia ha attraversato questo deserto con i suoi bambini: Jesus e Nora di sette anni. Il coyote che li guidava, dice: “I bambini fanno rallentare. Abbandonali! o va da sola”.Lei non lascia i figli. Continuare? Tornare? è uguale. La distanza la stessa. Continua. E’ morta tra le braccia di Jesus.

Inumano! Inumano! Inumano!
L’1% è delinquenza, il 99% bravi lavoratori. Legalizziamoli. Siamo la stessa razza umana! La domenica, nel canyon, celebriamo la Santa Messa. Vivono lì randagi_nascosti dalla polizia e da chi li odia. Si nascondono; ma poi sono le stesse persone che curano i nostri campi, accudiscono i nostri bambini, costruiscono le nostre case. Vivono li perché sono senza documenti. Si proteggono.
La Santa Messa nel canyon è un segno di vicinanza, perché il Signore ci aiuti a far comprendere l’amore per il vicino. Fratelli e sorelle. Costruiamo ponti di comunicazione, non recinzioni.
Offriamo la Parola del Vangelo!
Avremo un mondo migliore…
Dio vi Benedica”

luca de mata © copyright 2009